Racing America

La passione per le auto americane si fonde con l’amore per le corse. Il gusto per lo spettacolo, il rispetto per il pubblico la velocità e l’adrenalina a fiumi sono ciò che rende le gare U.S.A anni luce avanti a qualunque corsa made in Europe. La ricetta è semplice: ad una esasperazione tecnica di stile europeo si contrappongono una serie di regole che da una parte impediscono il levitare dei costi dando la possibilità a più team di partecipare ai campionati e ai piloti di contare ancora qualcosa al volante. Lo spettacolo è sempre al centro dell’interesse degli organizzatori e le piste (specialmente per la NASCAR) accolgono centinaia di migliaia di persone che grazie anche alla conformazione dei circuiti riescono a vedere tutto il track. Il contatto con i piloti è garantito. Non si tratta di dei scesi in terra circondati da guardie del corpo che passeggiano solo in aree inaccessibili. Pagando pochi dollari si acquista il pass per il paddock e per i box e allora si possono veramente ‘toccare’ le auto e conoscere i drivers. Centinaia di sorpassi ad ogni gara e non ultimo gli spettacolari Crash che non mancano mai anche se la sicurezza ai massimi livelli limita sempre i danni fisici. Di seguito le nostre esperienze sugli Speedway corredate da foto esclusive.

Daytona International Speedway

2001 La storica e tristissima edizione della 500 miglia e la morte del grande Dale Earnhardt

EuroSpeedway Lausitz Germania

GERMAN 500 e la C.A.R.T. in Europa! Nel 2001 edizione incubo subito dopo l'11 settembre caratterizzata dallo spaventoso crash di Zanardi

Indianapolis Motor Speedway 2000

Indianapolis Motor Speedway 2000

Milwaukee Mile

Milwaukee Mile, 2000. Sulla più antica pista degli Stati Uniti

NitrOlympX 2007

Sull'unica vera strip europea, il consueto appuntamento annuale con i Top Fuel e le Funny cars. I veri Dragster solo qui ad Hockenheim.

5articolo